Kiwipedia

I Tributi nascosti ne “La Bella e La Bestia” Live action

Secondo appuntamento con la Kiwipedia dedicata al live action De La Bella e La Bestia. Oggi analizzeremo:

“I tributi nascosti ne La Bella e la Bestia Live Action”

17798939_1364007180358715_3116318868148076802_n.jpg

Attenzione, sono presenti SPOILER, 
sconsigliamo la lettura a chi ancora non avesse avuto modo di vederlo.


La Disney è solita nascondere all’interno dei suoi film alcuni tributi a film precedenti o indizi per film in uscita. In Hercules ad esempio si può vedere la pelle di leone di Scar, o in Aladdin un pupazzetto della Bestia tra quelli del Sultano.

 

In questo Live Action specifico però, tali richiami sembrano più una piccola lettera d’amore alla passione Disneyana che ha portato a creare classici come lo stesso Bella e la Bestia.

Ritroviamo infatti richiami a pietre miliari come Pinocchio, Sirenetta, Aladdin e Il Gobbo di Notre Dame, nonché qualche spunto a classici antichi e moderni. Cosa hanno in comune tutti questi? Sono significativi per la crescita passata e futura della casa di Topolino, hanno contribuito in maniera ineccepibile alla sua struttura odierna.

Nel film il personaggio di Maurice è ispirato a Geppetto. Un vero inventore, appassionato di meccanica concentrato sui carillon piuttosto che sugli orologi.

Da notare come lo stesso si scaldi…ehm… la schiena appena arrivato al castello, nello stesso modo del Grillo Parlante. Pinocchio ha segnato un balzo qualitativo enorme nell’animazione, è ancora oggi è considerato l’apice della tecnica degli animatori Disney classici.

IMG_1298

La Bestia del film è molto simile a uno scorbutico Quasimodo del Gobbo di Notre Dame. Il richiamo a questo film è molteplice, a partire dal luogo in cui Belle decide di trasportarli tramite il libro magico, fino ad arrivare al potentissimo momento musicale di “Evermore” quando la Bestia lascia andare Belle.

Molto ispirato al momento in cui Quasimodo aiuta a fuggire Esmeralda per poi intonare una canzone a lei dedicata. Questo classico ha segnato lo zenith emotivo Disneyano, affrontando una tematica assolutamente non commerciale così come non commerciale è il protagonista della storia. Un merchandising difficile e non redditizio in favore di una qualità di contenuti che mai prima di allora era stata osata da un lungometraggio animato.

Nella stessa Notre Dame troviamo anche un vecchio Mulino che ricorda una vecchia Silly Symphony chiamata proprio “Il vecchio Mulino” che guadagnò un Oscar come cortometraggio animato. Fu il secondo di una sequela consecutiva di ben 7 Oscar, l’inizio della leggenda Disney.


Anche Rapunzel viene citata in questo film, nella immagine della torre in cui la principessa è prigioniera. Una prigione bellissima ma pur sempre una prigione. Non verranno sciolti dei capelli per la fuga, ma un insieme di tessuti a indicarci ancora una volta la scaltrezza di Belle.
Rapunzel è il Cinquantesimo classico e ha rappresentato la nuova direzione degli Studios Walt Disney. Ha creato un precedente da cui sono scaturiti capolavori di critica e pubblico come Frozen, Big Hero 6 e Zootropolis

Ultimo ma non meno importante il richiamo nel vestito e nel libro di Belle dell’uccellino blu che supera la foresta oscura… ricordandoci immediatamente Biancaneve, di cui non si può che dire essere la genitrice di tutto ciò che oggi possiamo magicamente condividere.


Piccola menzione d’onore per la collana a forma di corallo (plausibile richiamo alla Sirenetta) e a un Tokins durante il numero “Stia con Noi” in versione Sultano di Aladdin. È un piccolo omaggio al Rinascimento Disney, l’epoca d’oro dello studio di animazione e patria del genio Musicale Alan Menken autore delle musiche proprio dello stesso Bella e la Bestia.


Cosa altro avete notato voi? Pensate possa esserci qualcosa di più?O di meno? Dite la vostra! È ricordate di chiedere… Kiwi risponderà

 

#KiwiPedìa

Per leggere tutte le #kiwipedia che vi siete persi cliccate sul banner qui:

banner-kiwimedia-recuperato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...