Disney · News Pryncipesche

I giocattoli Disney degli anni ’90!

Internet non è solo una rete dinamica che cambia a seconda degli attori in gioco e delle relazioni che questi instaurano fra di loro, ma è anche il più grande archivio dello scibile umano a disposizione (quasi) gratuita di tutti.

Ad esempio, esistono siti che ti permettono di scoprire quale film era il blockbuster del proprio mese di nascita, quale canzone era la top 1 della settimana in cui si è nati e magari anche il giocattolo che andava per la maggiore proprio in quell’anno.
salvadanaio-Winnie-the-Pooh-toys-center-11

In questi 21 anni il mondo dell’intrattenimento e dei giocattoli si è trasformato radicalmente, e spesso è difficile rendere adeguatamente il sentiment che i bambini travasavano in quei pezzi di stoffa o plastica.

Un range d’anni non onnicomprensivo e molto focalizzato sui giovani-adulti di oggi, quelli che in quegli anni erano bambini o adolescenti, ma indice forse di una visione del giocattolo molto diversa da quella che poteva essere anche già negli anni ’60: niente plastica, produzione locale, semplicità di design e d’uso.

Certo, esistevano giocattoli per bambini ricchi e per bambini poveri, forse quelli erano considerati più dei “lussi” che oggetti d’uso “quotidiano“, ma basta dare un’occhiata a quei programmi televisivi che trattano di oggetti dati in pegno: i giocattoli degli anni ’30, ’40 e ’50 sono spesso chicche costose, e quando si ha a che fare con la Disney i prezzi toccano vette altissime!

mickey mouse carillon

Per chi scrive, questo tuffo nel passato s’è rivelato un po’… strano: il 1994 vedeva per la maggiore il costume di Jasmine, protagonista femminile del film Aladdin.

Un film ironico (se non lo sapevate, Robin Williams prestò la voce al Genio), fiabesco (per forza, essendo ispirato a Le mille e una notte!), avvincente per chi da un lato sognava d’essere amata da un principe di un paese lontano, dall’altro di trovare favolosi tesori e di goderseli nell’ombra di qualche sfarzoso palazzo.

“Diciamoci la verità, ognuno di voi avrebbe voluto vestirsi da Jasmine per Halloween almeno per una volta negli anni ’90”: la descrizione dell’immagine cattura sicuramente il senso di sogno che una bambina poteva provare dopo aver visto Aladdin.

costume jasmine

Ovviamente non solo Aladdin è presente: abbiamo il gioco elettronico de Il re leone (1995), i peluche dei Sette Nani (1983), il set di bambole di Cenerentola (1997), le action figures di Stitch (2002), il cestino per il pranzo griffato Sirenetta (1990).

1set-anime-cartoon-lilo-amp-stitch-mini-pvc

La curiosità di sapere cosa i bambini di quell’anno desideravano ricevere come regalo è presto soddisfatta, e chissà che magari l’adulto di oggi non voglia togliersi lo sfizio di far gioire quel fanciullino che, come Pascoli scrisse, non solo ha brividi, (…) ma lagrime ancora e tripudi suoi.

 

Vi ricordiamo che;

Potete seguire “Notizie Pryncipesche” e molte altre delle nostre Rubriche

Cliccate sul tasto Iscriviti per rimanere sempre aggiornati

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...